C’è tantissimo da vedere a Piran

Forse non è un caso se a Piran gli hotel siano così numerosi: il turismo di questa località, che sorge nelle immediate vicinanze di Portoroz, è infatti già da parecchi anni alquanto fiorente, grazie al particolare dinamismo turistico e commerciale che caratterizza tutta la Slovenia, ma non solo.
Qui a Piran, infatti, il livello di bellezza percepita, grazie ai paesaggi mozzafiato e alla ricchezza monumentale, è particolarmente elevato e rappresenta uno dei principali volani dell’economia locale.
Ma, al di là dei meravigliosi paesaggi incontaminati che contraddistinguono tutto il territorio di Piran, cosa c’è da vedere in questa bellissima località?
Tra i luoghi caratteristici, in grado da soli di attirare turisti e movimento da ogni parte del mondo, assumono grande rilievo le Saline di Sicciole: queste sorgono all’interno di uno dei Parchi Regionali Protetti tra i più importanti e grandi di tutto il territorio sloveno. Qui si produce il sale attraverso una modalità di raccolta tradizionale, che viene seguita senza variazioni sin dal Trecento.
Per l’estrazione del sale ci si avvale della ‘’Petola’’, ossia del substrato di alghe, batteri e minerali che impedisce al sale di mescolarsi al fango e di sciogliersi.

Altre attrazioni naturali: i laghi di acqua dolce di Fiesa

Tra le località più gettonate dai turisti che scelgono di alloggiare a Piran, presso uno degli hotel più prestigiosi che sorgono tra questa località e Portoroz, grande importanza hanno i Laghi di Fiesa.
Le due distese d’acqua si estendono all’interno di un’area protetta, che raduna un piccolo lago naturale ed un più grande lago artificiale. Attorno a queste acque, che si concentrano in un’area non molto distante dal mare, si è sviluppata una flora ed una fauna parecchio particolare, che il Governo locale, d’accordo con le Associazioni Ambientaliste, ha deciso di custodire e tutelare.

Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *